ALLA SCOPERTA DEL CORPO METAFORICO con la Drammaterapia!

Siamo sicuri di conoscere tutti i corpi che ci appartengono… o ai quali apparteniamo? Conosciamo veramente il nostro corpo fisico, quello visibile agli occhi? E gli altri dell’immaginario?  Se solo ci capitasse di pensare, di tanto in tanto, a quanti organi interni, nascosti nelle nostre viscere o nelle profondità della nostra struttura corporea, continuino ogni giorno “dietro alle quinte”, 24 ore su 24, a svolgere il loro importantissimo lavoro per garantire il benessere del nostro organismo-casa chiamato corpo… Il rapporto con noi stessi e la percezione che ne abbiamo potrebbe sicuramente giovarne!!! E come? L’ANATOMIA TEATRALE o IMMAGINARIA  è una tecnica della Drammaterapia Individuale che permette di entrare in contatto con le parti più interne e profonde di noi stessi per attivare una forma di dialogo o di comunicazione teatrale. Mettere in scena le relazioni tra i nostri organi e la nostra capacità di riconoscere e sostenere il loro operato, ci aiuta a sviluppare un’attitudine fondamentale all’autostima, alla gratitudine e al senso di cooperazione perché l’allenamento comincia proprio in noi stessi per poi applicarlo alla vita sociale, lavorativa e relazionale. E dove risiedono le nostre EMOZIONI? Potremmo forse immaginare l’esistenza di un corpo invisibile a stretto contatto con quello fisico? Ognuna delle emozioni che ci attraversa, in ogni momento della nostra giornata, ha un suo luogo deputato nel corpo fisico. Lascia tracce, indizi e immaginAzioni di cui siamo spesso ben consapevoli.. Ma come fare per mettere in relazione l’emozione con il luogo fisico che la ospita? Come fare a dare voce, corpo e movimento a un’emozione affinché non resti inascoltata e rintanata nel suo organo-sgabuzzino? Come aiutare quelle parti di noi ad esprimersi perché non rimangano bloccate, ostinate o deluse col rischio di creare danno al corpo ospitante? Ecco che allora “giocando” con delicatezza attraverso le tecniche ludiche ed espressive della Drammaterapia si compie un ATTO METAFORICO di importanza considerevole, che consente di produrre dei cambiamenti visibili e riscontrabili nella vita di ogni giorno. Con l’attivazione del “SENSO DI METAFORA“, come modalità di conoscenza di se stessi e dell’ambiente circostante, è possibile addentrarsi alla scoperta di splendidi paesaggi e personaggi, di storie e antiche fascinazioni,  per la creazione di un nuovo SPAZIO e di un nuovo TEMPO dedicato ad uno concetto di vita più creativo e appagante.

Laura Mercadante
Drammaterapeuta SPID

 

E’ possibile sperimentare la tecnica di ANATOMIA TEATRALE E METAFORA durante il Seminario estivo di formazione in tecniche specifiche per la DRAMMATERAPIA INDIVIDUALE (I modulo – teorie e tecniche) per allievi e professionisti in Drammaterapia, ma aperto anche a chi desideri fare un’esperienza personale di contatto profondo con il proprio corpo e la propria emozionalità o che lavori nell’ambito delle Artiterapie o nella Relazione d’aiuto.

Domenica 22 settembre 2019
h.10-18  a Dagnente (Arona) – Lago Maggiore

Seminario di Drammaterapia su tecniche di rilassamento, visualizzazione e teatralità in relazione al corpo fisico, al corpo emozionale e al corpo metaforico.

Programma:
Tecniche utilizzate: Rilassamento – Visualizzazione – Gioco espressivo – Teatralità.

Durante la prima parte della giornata sarà possibile sperimentare momenti di rilassamento profondo, ascolto e scioglimento delle tensioni a livello del corpo fisico, con un lavoro accurato di consapevolezza, attraverso elementi di anatomia per la presa di coscienza delle parti del corpo “non viste” ma che tuttavia, lavorando “dietro le quinte”, garantiscono il buon funzionamento del nostro organismo “casa/famiglia”. La seconda parte dedicata al corpo emozionale vedrà la messa in luce e in movimento di emozioni, più o meno in ombra, con momenti di creazione di sequenze di movimento e giochi espressivi. Durante la terza parte del seminario lavoreremo sulla messa in scena dei rapporti tra le emozioni e le parti del corpo coinvolte cercando di instaurare connessioni e correlazioni tra i vari elementi anatomici teatralizzandoli, Corpo Metaforico. Ecco che il corpo diviene metafora privilegiata del modo che abbiamo di relazionarci con noi stessi e con l’ambiente circostante. Sperimenteremo come sia possibile creare personaggi e storie a partire dagli organi corporei con l’intento di attivare un senso profondo di cooperazione e collaborazione interna per il risveglio di nuove energie e motivazioni.

Obiettivi: Consapevolezza corporea ed emozionale – Scioglimento di tensioni muscolari ed emotive – Riequilibrio energetico – Sviluppo delle capacità espressive e relazionali – Attivazione del senso della Metafora come modalità di conoscenza di se stessi e dell’ambiente circostante – Formazione nella gestione di tecniche specifiche per le sessioni di Drammaterapia individuale (I modulo).

Conduttrice:
Laura Mercadante, Drammaterapeuta, iscritta al Registro SPID (Società Professionale Italiana Drammaterapia), docente di Drammaterapia Individuale (Centro Artiterapie di Lecco), co-fondatrice dell’Equipe di Drammaterapia Studio e Ricerca conduce regolarmente laboratori e seminari di gruppo e percorsi individuali, è responsabile del servizio Drammaterapia presso C.A.E.- Mutàr (Centro d’Ascolto Espressivo). Conduce la sua ricerca nell’ambito della relazione tra voce, corpo e movimento, ha sviluppato un metodo pratico d’insegnamento per la formazione in Drammaterapia Individuale e ha sviluppato diverse tecniche di Drammaterapia tra cui  Anatomia teatrale e il Corpo metaforico. Artista poliedrica, ideatrice dell’Atelier Artistico DadAmiLano collabora da anni con il Dadamt di Zurigo nella realizzazione di performance e progetti DADA tra Italia, Svizzera, Germania e Austria indagando nell’ambito dei processi creativi e delle dinamiche performative.

PER INFO E ISCRIZIONI (22 agosto):
drammaterapiaindividuale@gmail.com
www.drammaterapia.net

Con il Patrocinio SPID
Società Professionale Italiana Drammaterapia.

 

 

 

 

La Drammaterapia è un’attività disciplinata ai sensi della legge n.4 del gennaio 2013, art1, comma 2. Norma UNI 2015: “Figure professionali operanti nell’ambito della Artiterapie” .

Sede del seminario:
Sala Don Bellotti
Via Manzoni 24 – Dagnente (Arona)
Contributo partecipazione: € 55 (per allievi di Drammaterapia e soci SPID), €  70 (esterni)

I commenti sono chiusi.